Qualcosa di bianco

 10,00

Il romanzo ha il sapore della saga al femminile. Sono pagine di diario che va di generazione in generazione, la vita ruota attorno alle donne di una famiglia destinate a una malattia inevitabile e ripercorre le tappe di un’Italia che da rurale di inizio secolo scorso, diventa moderna e sempre meno difficile, seppur irrisolta nelle difficoltà primarie. I rapporti tra donne e gli altri servono in modo funzionale dapprima alla rappresentazione di un paese e di un’epoca distanti, la quale ci riconduce in un inevitabile parallelismo con altre culture nelle quali attualmente la condizione femminile è difficile. E richiama l’attenzione al peso che comunque e spesso una donna porta con sé. Quanto spazio occupa in una vita l’amore disatteso? Il disamore è un fardello pesante che ci tramandiamo senza saperlo, a volte diventa la casa delle domande che non hanno risposta.

Acquista

ISBN: 9788866285366 Collana: Genere: ,

Autore

Le piace scrivere di notte, come spazio tregua tra fragilità e risorse della vita. Crede nel miracolo delle parole, nella memoria e nella possibilità di lasciar andare anche questa. Nel tempo libero raccoglie foglie di ginko biloba, fa la pasta fresca fatta a mano, legge e studia i tarocchi inglesi. L’aspetto spirituale la segue nei suoi passi e nella sua ricerca di senso. Cristina Bollini  vive e lavora a Bologna dove si dedica da alcuni anni ad un laboratorio di scrittura creativa per persone disabili.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Qualcosa di bianco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *