Una Bibbia per Shakespeare!

Valutato 5.00 su 5 su base di 1 recensioni
(1 recensione del cliente)

 13,00

L’affascinante incontro tra il Re del Teatro e il Libro dei Libri

Un libro che propone un viaggio per descrivere il rapporto fra Shakespeare e le Sacre Scritture, attraverso l’analisi di sue quattordici opere teatrali di grande valore estetico. Così si verrà a scoprire che alcune espressioni shakespeariane sono state genialmente estrapolate tanto dall’Antico quanto dal Nuovo Testamento; a volte nel pieno rispetto dei loro contesti sacri e spirituali, ma a volte con una libertà tale da sconfinare perfino nell’irriverenza. Inoltre, uno sguardo al rapporto contraddittorio che il drammaturgo ebbe con la cultura ebraica e con quella puritana.

Acquista

ISBN: 9788866284178 Collana: Genere: ,

Autore

Samuele Magrini è nato a Roma nel 1963. Diplo- matosi in flauto presso il Conservatorio di Santa Cecilia, ha poi conseguito la Laurea in Lettere presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Ha scritto articoli musicali su diverse riviste (Aulos, “Firma”, “Syncron”, “Linea”, “Selezionando”, “Regione Lazio”, ecc.), spaziando dalle biografie dei grandi musicisti del ventesimo secolo alla trattazione dei contenuti della musicoterapia. Dopo aver collaborato con il maestro Cammarota Lionello nella stesura della “Storia della Musica” edita dalla Laterza, ha pubblicato il libro “Musica in crescendo”, che è stato adottato in alcune scuole medie. Attualmente svolge attività di docente nelle scuole secondarie di primo grado. L’autore ha anche tenuto delle conferenze su diverse tematiche bibliche, tanto dell’Antico quanto del Nuovo Testamento.

1 recensione per Una Bibbia per Shakespeare!

  1. Valutato 5 su 5

    Katerina Anagnostopoulos

    Ho trovato questo libro molto interessante e piacevole nella lettura: di arricchimento culturale, stimolo alla riflessione e anche divertente. E’ sorprendente scoprire tutti i richiami biblici presenti nelle opere del grande drammaturgo inglese. La profonda conoscenza che l’Autore ha sia dei testi biblici che dell’opera di Shakespeare e la sua capacità di presentarli con maestria rendono tali accostamenti occasione di arricchimento e di curiosità a conoscere meglio le fonti originali.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *