Chromo

(thriller, giallo, noir d’autore) colore nero

 

Chromo, i molti colori del buio in un progetto di limpida cultura liquida.

Chromo. Elementi di cultura liquida

Premessa: c’è chi si affannerà ad attribuirsene ad ogni occasione la paternità. Niente di più sbagliato. Non falso e neppure vero, semplicemente l’ennesima illusione, l’ennesimo sogno di grandezza, clamorosamente legato al bisogno di giustificare il proprio esistere, di soddisfare la propria necessità/schiavitù d’essere solo in rapporto agli altri. E’ così tanta la distanza dell’uomo dal centro di un universo che osserva e passa oltre, negli affanni siderali di eoni d’entropia?

Questa considerazione ancor prima di accorgerci dei molteplici significati celati appena sotto alla superficie della nuova avventura. Non ne cogliamo i confini, sono assai distanti, oltre l’immaginazione. E’ una cosa nuova. Il resto è un allegorico ripetersi.

Chromo. L’architettura di un sogno.

I poli si toccano, distanti s’uniscono. Nero è la luce nella sua totalità, copre lo spettro in completezza. Nero è il colore del collasso stellare, della gravità assoluta che costringe il fulgore al proprio aspetto più denso, alla propria natura più essenziale.

Cromo lucente, resistente, restituisce ogni luce al suo alter ego di vita alternativa. Il duro cromo parla delle immagini attraverso le immagini, le riflette, le liquefa, ed esse scorrono, come acqua corrono, cambiano aspetto rimanendo uguali a loro stesse, fedelmente ingannano. Poiché anche l’acqua può infiammarsi, ad altissime temperature, e in essa si fondono i molti colori minerali. Sotto la trasparenza giace, l’oscurità osserva.

E tra buio e lucentezza, vibra la natura in pienezza e l’universo si moltiplica.

Chromo. Il progetto editoriale di punta di Qu.Bi media.

Oscar Montani, Efesto contemporaneo, marchierà col fuoco vivo della sua intelligenza i volumi delle collane di genere giallo, noir e thriller di Chromo. Nella fucina martellerà al calor bianco i materiali, dalla roccia metamorfica verserà lungo il crogiolo il metallo fuso, magnificando le capacità degli scrittori italiani. Curerà le edizioni, con dignità e perizia. Nel nome stesso del progetto le linee direttrici. Il cromo è l’elemento che fa crescere la qualità dell’acciaio, e la qualità è il grande obiettivo che il marchio vuole tutelare e garantire ai lettori. Storie concrete, originali e ben narrate. Romanzi con un impianto i quali, pur seguendo i canoni ortodossi del genere, si esprimano con prosa di qualità, struttura e trama avvincente.

Il Cromo fu estratto per la prima volta dal piombo rosso. Materiale e colore tipici del genere giallo. Inoltre il cromo trivalente è velenoso e i veleni sono strumenti da sempre usati per compiere delitti. Infine molte pistole e tanti revolver sono nero cromati.

 

Chromothriller

Il colore del sangue

Le note stridono, le percussioni scandiscono la sequenza. Si avverte nell’aria la presenza dello sconosciuto che si cela nell’ombra, pronto a colpire. Sinistri presagi s’addensano, nessuno è mai stato al sicuro. Chi conduce veramente il gioco? Nascosto, un killer professionista attende un uomo avido, un agente straniero in incognito, pronto a sostenere qualsiasi costo per arrivare a realizzare i suoi scopi criminosi. In palio c’è ben più di quanto chiunque possa immaginare.

Cosa sta per accadere?

Rosso è il colore che scorre, pompato veemente nelle arterie durante una corsa al limite contro il tempo, mentre la paura attanaglia affannosa e il battito sordo e inesorabile  del cuore risuona nelle orecchie. Lo sconosciuto è pronto a far scorrere il sangueIl lampo angosciante di una lama nel buio balugina appena prima di mordere affilata. Rosso è il colore delle ferite, aperte sul corpo della vittima come le invitanti labbra di una sconosciuta, rosse come il sole al tramonto. E rosso è il colore del piombo dal quale si estrae il cromo, lucidante per metalli, conosciuto come green rouge, rovente come la canna di una pistola fumante. Rosso il colore di questa collana.

Cos’è Chromothriller?

Adrenalina, suspense e tensione, gli ingredienti per romanzi da leggere d’un fiato.

Chromonoir

Il colore della notte

Quando cala la notte. Quando, dopo il tramonto, nell’aria si diffonde il mistero, e sorge l’ombra che lungo i muri scorre oleosa, conquistando le città, oscurando sotto la propria coltre la campagna, amplificando anche il grande interrogativo del mare, rendendolo ancor più sconfinato ed intangibile.

Quando ogni cosa si incupisce e si trasforma, e inesorabilmente le sorti di ognuno cambiano colore virando verso la tenebra, ecco il blu notte, il più inquietante riflesso del nero.

Cosa nasconde?

Il blu notte è il colore del noir, la sfumatura che si confonde con l’oscurità, dove tutto devia verso il nulla umano, dove tutto inaridisce nel cinismo, dove non c’è spazio per la luce, dove l’innocente è colpevole, il sano insano, la vittima carnefice, la trasparenza nebbia.

Quando, nell’arido animo umano, al blu notte si accosta il cromo, il quale conferisce resistenza e un riflesso lucido, ecco che nell’oscurità si coglie il balenio di una lama, il riflesso della canna della pistola di un sicario in attesa nell’ombra. E se, nel continuo miscelare, si aggiunge l’ossido di cromo (che ancor si usa per fabbricare nastri magnetici dalle prestazioni superiori), ecco che si rivela una traccia persistente, e questo interesserebbe qualsiasi detective…

Cos’è Chromonoir?

Una collana fatta di storie scure, crude e impietose.

 

Chromogiallo

Il colore del delitto

Altrove l’agente impugna la pistola e spara all’impazzata, correndo tra i colpi degli avversari, altrove il sicario lentamente si muove nell’oscurità melmosa dei bassifondi, dove la speranza non esiste, ma qui… ecco! Il giallo della sagacia brilla, riflesso cromato del sole, e illumina d’intelligenza cristallina e di raffinatezza i percorsi più impervi. Un gioco di acume, un’elegante ironia, la necessità di arrivare alla giustizia. Ed ecco l’estrapolazione e il processo deduttivo, quali forme più elevate di ricerca. Itinerari tortuosi da seguire per giungere alle soluzioni degli enigmi, giochi di specchi, genialità al confronto. Il giallo è il colore naturale del cromo, brunisce armi da fuoco, è il colore della passione, è il colore del delitto.

Qual è la verità?

Non si uccide solo con un proiettile. Il veleno, nelle sue forme più celate, da sempre accompagna i sicari più raffinati. La psicologia, la manipolazione della mente, l’inganno perpetrato per interesse e per possesso (giallo il colore dell’oro e del denaro, giallo il colore della gelosia e dell’invidia). E non è solo l’omicidio a nascondersi nelle pieghe dei più intricati meccanismi. La truffa, il raggiro, il furto, il rapimento, il ricatto: quante forme di crimine si annidano nell’animo umano?

Cos’è Chromogiallo?

Intelligenza, divertissement, ironia, le componenti per romanzi adatti a palati raffinati.

Libri